Home / Utility / Advanced Task Killer Free – Applicazione per Android

Advanced Task Killer Free – Applicazione per Android

Come tutti sanno se per ogni sistema operativo ci deve essere un task manager per vedere i processi attivi (vedi per esmepio Windows ctrl+alt+canc per vedere e arrestare i processi che danno problemi) Android non ha nativamente questa possibilità, ma puo’ essere introdotta tranquillamente nel sistema con una applicazione che interagisce con il software presente nello smartphone.

Advantage Task Killer Free è una applicazione gratuita presente sul Market ufficiale che svolge proprio questo compito, in modo efficente e in settimane che la sto usando senza sbagliare un colpo nè crashare nemmeno una volta.

L’applicazione si puo’ visualizzare e usare in due modi: il primo è quello del primo screenshot, dove cliccando sull’iconcina comparirà la lista delle applicazioni aperte che girano in background sullo smartpphone impiegando risorse della RAM per mantenerle attive; poniamo per esempio che sia attiva l’applicazione Handscape che non sia ancora stata chiusa correttamente:

Per chiuderla, o ucciderla nel gergo dell’applicazione, basta cliccate sulla scritta “KILL selected apps” e immediatamente questa terminerà di girare e prendere risorse alla RAM anche se non è attiva. La seconda alternativa per chiudere immediatamente l’App senza dover fare quanto descritto sopra è di aggiungere il widget dell’applicazione alla schermata, in questo modo solo cliccando sul widget le applicazioni e i widget verranno tutte chiuse senza doverle selezionare e perdere tempo.

Ecco come si presenta in Widget:

E’ leggermente diverso dal logo dell’applicazione vera e propria, e non ha il nome scritto sotto in bianco.

A volte puo’ capitare di avere sul nostro smartphone dei widget importantissimi che non vogliamo che vengano mai chiusi per nessun motivo, come per esempio un orologio, un tema, una particolare interfaccia grafica … in questo caso dalla lista aperta dalla applicazione basta tenere premuto a lungo (circa due o tre secondi) l’applicazione che vogliamo non venga mai chiusa e poi selezionare “Ignore” dal menù che compare.

PREZZO: Free.

PREGI:

  • Serve a tenere libera la memoria da processi inutili,
  • funzionale e non crasha,
  • è gratuita e svolge molto bene il suo compito.

DIFETTI:

Non mi sento di scrivere nessun difetto su questa applicazione, in quanto non ne ho trovato nessuno.

COME TROVARLA:

Cercate il nome dell’applicazione (Advanced Task Killer Free) con la funzione cerca nel Market ufficiale di Android, sarà il primo risultato che compare. In alternativa una applicaizone molto simile che svolge la stessa funzionalità è Task Killer Free.

Ecco una breve spiegazione sul perchè è importante e come funziona qualsiasi processo di Task Killer per Android:

Gabriele Capelli

12 commenti

  1. A dir la verità quel grafico dimostra come ANDROID non necessita di task killer, visto che a prescindere dallo status dell’app, task killer ammazza tutto.
    Se un’applicazione è in on-pause e la si “killa”, si riparte da on-create nel momento in cui l’utente la riapre.
    Android è bravo di suo a killare un’app quando c’è bisogno. Ricordo che RAM libera significa come comprare un frigorifero capiente e tenerlo vuoto (la RAM costa ed è stupido tenerla libera)

  2. Il nome "advantage task killer" è errato: si chiama "advanced task killer".

    In ogni caso fa bene quello che promette. Rimane il dubbio che sia davvero utile, a leggere alcuni commenti che girano in rete.

  3. Visto che questa app è tuttora il task killer più gettonato sul market, vengo quì, in tutta umiltà, a fare le mie considerazioni su questo genere di apps (a soli 5 mesi dal mio ingresso nel mondo android, quindi sopportatemi).

    Per prima cosa una nota sui due commenti che mi precedono: non penso a prescindere che voi siate dei maleducati, perchè spesso le parole scritte non trasmettono bene l'intonazione di un discorso e proprio per questo sarebbe meglio che tutti, compresi voi, ne spendessero qualcuna in più per evitare di dare quella fastidiosa impressione da saputelli che almeno a me avete dato. Detto questo, tornate spesso a commentare, osservatori attenti fanno comodo a tutti.

    Dunque, in questi mesi, partendo da una base di scetticismo nei confronti dei task killer e da una congenita antipatia per la funzione di autokill, li ho provati praticamente tutti controllandone, per quanto possibile, l'impatto sulla batteria e sulla ram (sempre e solo su x10mini). Mi sono quasi subito trovato schiavo dei widget: ogni volta che passavo di lì dovevo killare, era più forte di me e se all'inizio uno si sente padrone del proprio telefono alla fine passa più tempo a killare che ad usare il telefono stesso ritrovandosi a batteria zero e frigorifero vuoto 🙂

    Così ho cominciato a provare anche il servizio in automatico e strada facendo mi sono sincerato dell'utilità dei tk. Il widget fa comodo se qualche app si "impunta" (a me per esempio è successo con lo switch apn di juice defender) ma tutto sommato consiglio di non prenderci la mano e se necessario, a tal scopo, anche di disinstallarlo e di accedere all'app da icona con qualche tap in più (se poi sapete trattenervi meglio per voi), mentre l'autokill, settato a livelli medio-bassi, fa comodo per mantenere la giusta quantità di ram libera in modo da non sprecarla ma neanche da sorbirsi quel leggero rallentamento del telefono quando accediamo, magari di fretta, ad un' app ed il sistema ne killa qualcun'altra per far posto.

    A me è capitato anche di trovare alcune apps evidentemente programmate in maniera pesa e ridondante (ma che comunque mi piacevano, come lunasolcal mobile) che letteralmente mi uccidevano la ram: in tal caso un buon killer, manuale o automatico, fa assai comodo ma io ho riscontrato particolare beneficio con una app in particolare che è quick exit, la tiro giù dalla tendina e con un tap mi killa l'app in corso lasciando stare le altre.

    Tra tutti i tk consiglio, a chi ha il tel rootato, autokiller memory optimizer: non ha widget e permette delle impostazioni piuttosto avanzate in cui non mi sono neanche addentrato, tuttavia, settato anche questo a livelli medio-bassi, mi mantiene miracolosamente e in maniera assolutamente non invasiva (non me accorgo proprio) la giusta quantità di ram libera senza neanche la scocciatura di preparare l'ignore list.

    Al posto di una app con widget consiglio freememoryrecover, da usare soo al bisogno perchè mi sembra una vera bomba (lo sviluppatore dice di controllare lo stato delle applicazioni dopo l'uso ma a me non ha mai dato problemi)

    Consiglio per finire quick exit (ma si vive anche senza) e gli ultimi sviluppi di cachecleaner NG come ciliegina (già recensita su androida, anche questa richiede root) settata in auto ogni dodici ore o ogni giorno, anche se dispone pure di una comoda scelta rapida.

    Questa è la mia esperienza, vedete voi, sicuramente se non avete un cellulare incasinato come il mio vedrete meno benefici 🙂

    Visto che ho parlato più volte di root, nel caso ci fosse qualcuno che ne ha sentito parlare, che ha paura di ottenere i diritti ma ne è tentato, dico: andate tranquilli, basta non fare bischerate e cancellare roba a destra e a manca (perchè con il root si può agire anche sulle apps di sistema), così potrete usare molte apps interessanti. Con universal androot o z4root si roota il terminale in modo facile e veloce, e poi, se anche incasinate tutto potete sempre reinstallare il software (io l'ho fatto una decina di volte in questi pochi mesi). In ogni caso: responsabilità vostra.

    Se chiunque volesse correggermi, e quindi aiutarmi, gradirò molto e a tal proposito ringrazio ancora axyz per quella dritta sulla batteria (recensione di batteryminder)

  4. Ciao Matteo DF, complimenti prima di tutto per aver esposto così tanti argomenti e aver analizzato altrettanti aspetti.

    (E per il momento il record del commento più lungo ti spetta di diritto).

  5. Grazie a te per il tuo lavoro 🙂

    Si vede vero che mi piacerebbe un forum su androida? :-p

    Commentate gente, commentate, rendiamo androida il punto di riferimento nazionale per il mondo android. La rete vive di condivisione (citaz. da un commento sul market)

  6. Come me ne hai parlato un tempo sì, se scrivi una email dal modulo delle recensioni arriva una email in automatico anche all'amministratore del sito; ma personalmente non sono pronto per prendermi il simile impegno di essere spesso presente anche nel forum e la concorrenza è veramente troppa con conoscenze complessive almeno il doppio delle mie.

  7. Visto che mi sono preso la briga di raccomandare autokiller memory optimizer (e lo faccio ancora perchè mi funziona sempre da dieci e lode) mi sembra giusto riportare un problema che non riesco a ricondurre ad altro se non a detta app. Mio fratello, sempre con x10 mini, ha avuto inaspettatamente la brutta sorpresa di trovare la batteria, dopo una notte in modo d'uso aereo, con il 25% in meno e l'unica cosa diversa dal solito che aveva fatto era stato installare poco prima autokiller mem. opt. e settarlo esattamente come me. Mi auguro che questo problema sia da attribuire ai soliti misteri di android e che a voi non capiti mai 🙂

  8. Grazie, ho appena da qualche giorno il galaxy samsung la cui batteria dura poco poco, dopo tre ore si scaricca!! cosi cercando come risparmiare batteria ho trovato come consigli utilizzare questo advanced task killer…..non sono molto pratica, avete qualche altro consiglio…forse devo andare al negozio dove lo ho comprato…
    pat

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

newsletter softwareSito Web realizzato da PianoWeb Grosseto