Home / News / ASUS nella ui Android per tablet HoneyComb sceglie l’icona delle app aperte per catturare screenshots

ASUS nella ui Android per tablet HoneyComb sceglie l’icona delle app aperte per catturare screenshots

Mi piace sempre parlarvi di qualcosa di diverso e particolare rispetto agli altri blog Android, dato che giusto oggi ASUS ha annunciato l’arrivo del tablet Prime (a cui avevo dedicato questa notizia) con la bellissima novità che nella versione 32 GB la dock tastiera sarà inclusa vorrei invece soffermarmi su un altro aspetto della ui Android del produttore giapponese: la modalità di cattura degli screenshots da schermo.

Per farlo vorrei proporre due soluzioni adottate dai concorrenti e poi arriviamo a quella di Asus: Samsung ha aggiunto un bottone in più nella barra inferiore della TouchWiz per tablet mentre per quella smartphone ha scelto una combinazione di tasti (spesso home + indietro ma pensate che nella versione per Bada la combinazione è home + blocco schermo), vediamo con un esempio:

HTC nell’unico tablet proposto in Italia ha scelto un tasto dedicato sulla scocca fuori dallo schermo di Android per prendere screenshot anche con la funzione pennino:

Asus ha scelto una soluzione che coglie il meglio di entrambe le soluzioni vale a dire non occupare una posizione in più sulla sinistra della barra di stato di HoneyComb nè spazio sulla scocca abbinando alla funzione di screenshot dello schermo un click prolungato sull’icona delle app aperte (la terza da sinistra con due finestre che si sovrappongono) e questo vale per i terminali tablet con Android Ice Cream Sandwich come Prime, i primi modelli della serie Transformer (slider incluso) quando verranno aggiornati e certamente anche per il modello da sette pollici che abbiamo visto al CES e per Padfone che secondo le dichiarazioni di oggi arriverà molto più in la nei prossimi mesi.

Di recente ho anche scritto questa notizia dedicata alla modalità di cattura schermo seguendo l’SDK di sicurezza di Android ICS, dato che mi sembra pertinente consiglio di leggerla.

Gabriele Capelli

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

newsletter softwareSito Web realizzato da PianoWeb Grosseto