Home / News / Google+: come gestire le pagine da proprietario / amministratore per Android in Google Play e iOS in App store

Google+: come gestire le pagine da proprietario / amministratore per Android in Google Play e iOS in App store

Prima di tutto voglio annunciare sempre con orgoglio e piacere perchè il blog Androida l’abbiamo creato da zero l’amministratore Giulio Cinelli e io che da ieri dopo la presenza in Facebook, in Twitter e YouTube dove ho la possibilità di mostrarvi anche in video le apps abbiamo aperto anche una pagina nel social network G+ che potete trovare quì. Fino a oggi mi avete scritto commenti, domande sia in privato per email che in pubblico, nella pagina Facebook, .. quindi è un modo in più per scambiarci idee e consigli per una comunicazione tra voi e me, tra voi e tra me e voi.

Google saputa la notizia dell’apertura della nostra pagina (certo prendetela a ridere ma è stata una comoda coincidenza) ha immediatamente provveduto a implementare la funzione di gestione pagina in Google+ anche da piattaforma mobile sia Android che iOS ma in un modo non proprio comodo che vorrei appunto analizzare insieme a voi perchè molti blog hanno scritto che c’è questa novità riportata nei changelogs ma molti amministratori non hanno capito come fare.

Visto che ne ho la possibilità vedremo sia la versione per Android che quella per iOS così da coglierne anche le differenze. Iniziamo dal come: in questa prima versione ho fatto passare ogni finestra e icona ma l’unico modo per cambiare tra il mio account privato e:

a– la pagina di Androida inG+ di cui sono creatore e amministratore e

b– la pagina G+ di un altro blog di cui ho le credenziali di amministratore ma non sono il proprietario.

Per chi avesse problemi di refresh delle notizie: ho letto di situazioni simili nei commenti all’app ufficiale di persone che hanno risolto disistallando l’app oppure disistallando l’aggiornamento (pensate a chi ha N7 o altri terminali che hanno G+ in Rom Stock) e poi ri-aggiornarla alla release di ieri saltando le intermedie.

Partendo dalla situazione iniziale apro G+ e scelgo la mia GMail a cui sono legati il mio account privato e le due pagine per trovarmi quì per scegliere in quale delle tre entrare:

lo switch tra il privato e le pagine passerà sempre da questa pagina dopo la scelta della GMail a cui sono collegate che in Android mi vengono presentate in un menù a tendina in quanto parte pià profondamente integrata nel sistema operativo mentre in iOS 6 ho dovuto inserire le mie credenziali per trovarla:

clicco su Avanti per entrambi per trovarmi sia in Android N7 che in iPad nella pagina dei post di Androida in G+ con delle differenze grafiche/funzionali importanti: in Android ho una colonna a sinistra per scrivere post-immagini-condividere una foto in location mentre in iOS per scrivere ho solo l’icona in alto a destra; ma quello che più conta è posso scrivere come proprietario/amministratore (ricordo che non cambia nonostante siano due cose diverse) della pagina:

(Android version)

(iOS version)

A questo punto l’unico modo per cambiare da pagina amministratore a pagina mia privata è in Android di cliccare in alto a destra l’icona Menù oppure in basso a destra nel caso di smartphone con Ice Cream Sandwich o ulteriore possibilità bottone fisico per gli smartphone non pensati direttamente con ICS ma moddati e portati a quella versione di firmware e cliccate Esci (ss.1 e ss.2).

In iOS invece icona in alto a sinistra con tre righe e Impostazioni per trovarsi nel terzo ss. a seguire, solo lì poi cliccate Esci.

Come potete vedere già dal primo sono riuscito a entrare nel mio personale seguendo le istruzioni che io stesso ho scritto; non rimane che confidare in un aggiornamento serio che introduca una maggiore comodità di switch come per esempio quella in Twitter in cui da Account icona a forma di viso, da cui posso passare in due tocchi in più account con cui sono loggato. Oppure in Facebook per Android dove posso scrivere direttamente da amministratore (la versione iOS di Facebook è invece diversa e per gestire le pagine ho bisogno di un’altra app), per rendere meglio l’idea vi posto la modalità di Twitter così capite meglio anche con due immagini (dove ho persino la possibilità di gestirli):

Per trovare Google+, una fonte di informazione che con il tempo sta maturando e può contare sull’integrazione con YouTube e il resto dei servizi Google:

Gabriele Capelli

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

newsletter softwareSito Web realizzato da PianoWeb Grosseto