Home / News / Google: le estensioni di Chrome (che sono app) non autorizzate vanno istallate a mano

Google: le estensioni di Chrome (che sono app) non autorizzate vanno istallate a mano

Google Chrome assomiglia a Android e qualche modifica non può fare che bene avrà pensato qualcuno, sì se da un lato la frase in sè non è sbagliata dall’altro sul browser Google versione Web circolano dati potenzialmente più delicati in quanto si può fare di più rispetto alla versione mobile disponibile da Android 4 e così Google ha preso la decisione migliore che poteva: oltre a rendere più difficile l’istallazione di apps su Chrome impone l’istallazione manuale (senza dire la procedura) di qualsiasi applicativo con estensione corretta che non sia presente sul Chrome Web Store.

Gli sviluppatori con il motivo della sicurezza sono pertanto invitati a pubblicare sul Chrome Web Store direttamente e dalla versione 15 del browser con l’istallazione in linea chi ha un sito e ha proposto una app seguendo la guida integrata nelle parole il visitatore non dovrà uscire dalla pagina per vederla perchè si caricherà nella tab accanto.

Ci sono molte analogie e apps che legano funzionalmente il Chrome Web Store (disponibile su Linux Ubuntu, Mac, Windows da una minima versione) e Google Play a cui ho dedicato qualche notizia in passato su Androida (link diretto alla tag) e magari, parlando in termini solo ipotetici nelle versioni future di Chrome per Android possiamo trovare centinaia di funzioni aggiuntive programmate da sviluppatori per il browser creando un gap ancora maggiore con tutti i browser mobili concorrenti.

About Gabriele Capelli

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Androida.it on g+

Scroll To Top
newsletter softwareSito Web realizzato da PianoWeb Grosseto