Home / News / [GUIDA] come chiedere il riborso di una applicazione dopo 15 minuti in Android PLAY Store Books, Apps e Music

[GUIDA] come chiedere il riborso di una applicazione dopo 15 minuti in Android PLAY Store Books, Apps e Music

Chi ricorda i vecchi tempi quando era possibile provare l’app per ben 24H? Allora Play si chiamava Android Market, purtroppo la pirateria era a livelli altissimi e, forse anche per questo motivo, Google ha abbassato a 15 minuti il periodo massimo entro cui avere come diritto dal sistema il rimborso di apps da Play.

E fino a questo punto vuoi per sentito dire, vuoi per averlo scoperto con il passaparola o leggendo in blog dedicati ci siamo tutti; oggi volevo però condividere con voi una cosa che ho scoperto che permette all’utente da Web nella pagina ufficiale di Wallet (il sistema che gestisce i pagamenti tra la nostra GMail e le carte ad essa legate) di chiedere e avere il riborso anche dopo giorni o settimane.

La guida sarà fatta a punti con tanto testo e immagini così che anche il neo-arrivato abbia meno dubbi possibili.

1- Cliccate quì: è la pagina di ricerca Google con il termine Wallet cioè il servizio di pagamento e scegliete la prima voce del risultato:

2- per questioni di sicurezza è richiesto ancora l’inserimento della propria password GMail perchè Google vuole essere certa che siate effettivamente voi a guardare tra gli acquisti e non qualcuno che guarda dal vostro accesso a internet,

3- una volta inserita la propria GMail e password utilizzata per fare l’acquisto che si vuole correggere eccoci in una pagina con una grafica molto essenziale ma chiara, vi mostro a titolo di esempio gli ultimi miei tre acquisti che vengono presentati cronologicamente dall’alto:

4- non muovetevi dalla sezione Transazioni in cui siete ora, adesso la cosa da fare è scegliere dalla colonna di voci con i nomi delle apps acquistate di quale chiedere il riborso oltre i 15 minuti che Google stabilisce per il suo Play Store,

5- io a titolo di esempio ne scelgo una di settimane addietro, basta solo cliccare sul nome e arriverete in una schermata come questa, permettetemi di aver nascosto tutti i dati sensibili:

6- Cliccate sulla scritta in viola-blu indicata dalla freccia in immagine sopra,

7- vi troverete nella schermata a seguire, almeno a livello di presentazione. Segue descrizione approfondita:

In Oggetto c’è una barra che prende il nome di SelectBox, cliccatela e con il mouse (proprio per questo è importante e più comodo fare l’operazione da Web che da Web Mobile) scendete fino a Desidero chiedere un rimborso o restituire l’articolo.

Questa procedura vale anche per la Musica e i Libri acquistati da Play Musica e Play Books perchè anche questi due servizi vanno ad addebitare il tutto sullo stesso circuito Wallet di Google (ex Google Checkout).

Questo è l’unico modo giusto e pulito alla luce del sole per chiedere che lo sviluppatore con motivazioni serie possa restituirvi l’importo speso per acquistare la sua app se sul vostro Android non funziona correttamente o crea problemi e questo avviene oltre i 15 minuti. Come scritto nel box inferiore a quello del testo da inserire spiegando la motivazione il numero di acquisto univoco viene incorporato in automatico nella mail di richiesta rimborso quindi non preoccupatevi di aggiungerlo.

Prima di inviarla dal comodo bottone in centro a destra se volete lasciate spuntata la voce accanto per avere una mail copia di quella che inviate al dev che se il motivo è serio e lui stesso è serio vi rimborserà tranquillamente.

Come in tutte le cose occorre un pochino di ragionevolezza e purtroppo io non posso essere certo che tutti utilizzeranno questa procedura per il motivo serio dei problemi che una app crea piuttosto che per il semplice sfizio di riavere i soldi .. a ognuno secondo coscienza ma era un metodo troppo importante da non far mancare nel blog.

Gabriele Capelli

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

newsletter softwareSito Web realizzato da PianoWeb Grosseto