Home / News / PosteMobile NFC – L’applicazione per pagare con l’NFC negli uffici postali (solo sim Poste Italiane)

PosteMobile NFC – L’applicazione per pagare con l’NFC negli uffici postali (solo sim Poste Italiane)

Era una notizia del settore di qualche mese fa l’arrivo di questo servizio negli uffici postali di Milano e Roma, per ora i principali in cui di sicuro si trovano, con una tecnologia sviluppata internamente al gruppo che questa volta si distingue per un motivo positivo.

Oltre a una sim abilitata occorre ovviamente uno strumento di comunicazione dalla stessa verso il lettore della sede, l’app in questione vi aiuterà a farlo mostrandovi le funzioni a schermo per tutti i passaggi di una operazione così delicata come il pagamento di qualcosa.

A oggi disponibile solo per:

-Samsung Galaxy SIII,

-Samsung Galaxy SIII Mini,

-Samsung Galaxy S II Mini NFC,

-Samsung Galaxy Advance NFC e

– Samsung Galaxy Note II NFC ma

la buona notizia è che se fosse una esclusiva solo Samsung come SkyGo in Samsung Apps (quì prova video, quì a immagini confrontata con la versione iOS) sarebbe stata caricata anche questa solo lì non credete? Il fatto è che nel catalogo prodotti Poste la coreana è la più presente con quasi il 100% degli smartphone a catalogo, si salvano solo un paio di Nokia.

Vediamo qualche screenshots da descrizione inizando dallo screenhots sotto a sinistra che mostra una informazione importante scritta anche in descrizione: il pagamento può girare solo sul circuito MasterCard PayPass quindi è qualcosa lagata al credito sulla PostePay:

nella seconda vedremo la progressione del pagamento che nei primi mesi impiegherà almeno più di un minuto perchè è un servizio e circuito tutto nuovo da inaugurare.

Se la parte ecosistema PostePay, sim, credito e pagamenti l’ho trovata veramente da lodare perchè propositiva e che guarda al futuro dal punto di vista sicurezza lanciare un nuovo servizio imponendo il PIN solo per pagamenti superiori a 25,00 Euro mi è sembrato sciocco e scorretto verso i consumatori perchè si tratta di carte ricaricabili di credito e non C.C. vere e proprie assicurate in caso di furto e per cui si è assicurati.

Potete trovarla:

Gabriele Capelli

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

newsletter softwareSito Web realizzato da PianoWeb Grosseto