Home / Utility / Comunicazione / PushDoc – Applicazione di Android per trasferire file tra pc/Mac allo smartphone appoggiandosi alla rete WiFi

PushDoc – Applicazione di Android per trasferire file tra pc/Mac allo smartphone appoggiandosi alla rete WiFi

PushDoc per Android

Sin da subito per aiutarvi a capire al meglio questa app specifico che utilizza Java di Oracle, io so che posso trovarla su Microsoft e Mac, non sapendolo non escludo che si possa trovare anche su qualche versione di Linux.

L’utilità principale è di poter spostare immagini e altri file dal proprio pc/Mac/Linux (?) e altri dispositivi in grado di aprire verso lo smartphone connesso alla stessa rete WiFi

Interfaccia grafica e descrizione del funzionamento dell’applicazione:

Prima i tutto attivo il Wifi perchè questa applicazione lo richiede per funzionare correttamente e la apro per trovarmi nella schermata che potete vedere nello ss.2:

la schermata di accensione e funzionamento è proprio la seconda, troviamo il nome dell’applicazione, un bottone in centro per accenderla e spegnerla e sotto il percorso della schedina SD in cui andranno a posizionarsi inizialmente le cartelle che sarà quella appena creata dall’app. In seguito vedremo che è possibile anche cambiare il percorso della cartella di destinazione dei file.

Cliccando su Stopped l’applicazione si attiva, ricordo di controllare che il WiFi sia attivo, e subito sotto la finestra non mostra il percorso ma bensì un link a un sito Web a cui collegarsi da pc e così faccio, ecco come si presenta la finestra:

compare una notifica anche nella barra di stato (ss.2)che permette in qualsiasi momento di tornare alla sezione principale, Main, dell’applicazione. Appena accanto Files si vede il contenuto della cartella di destinazione dei file che vengono dal browser:

intanto da browser clicco Launch per iniziare a scambiare i file, scarico e eseguo il file Java (rimarrà sul dekstop anche per successivi utilizzi). Lo apro e mi trovo in questa finestra:

Ora per iniziare il trasferimento posso spostare uno a uno i file nella finestra bianca oppure fare import di grosse quantità e in questo caso è consigliabile cliccare sulla quarta icona da sinistra (cartella con freccia verde verso il basso) e selezionare più file con la modalità del vostro sistema operativo (ctrl+click sx su ogni file o selezione tenendo premuto clich per Windows, ctrl + click per Mac OSX) e andate a portarle sempre nella finestra bianca.

Immediatamente parte il trasferimento, ecco cosa succede da browser e da smartphone (prima e dopo):

ovviamente la velocità di trasferimento dipende dalla rete e dall’hardware del vostro pc/Mac.

Dal vostro smartphone cliccando sul tasto Menù potete modificare alcuni parametri, andiamo a vederli tutti:

  • Refresh: ricarica i file della cartella nell’eventualità ne sia arrivato uno nel frattempo e non sia stato riconosciuto,
  • Set as target folder: cliccando sulla freccia blu in alto è possibile navigare in tutte le cartelle della schedina SD, se i file che volete passarvi desiderate che vadano in una cartella che non sia quella creata dall’app basta che andiate a cercarla, poi Menù e cliccate questa voce. Per conferma cliccate anche sulla sezione Main per vedere se il percorso porta alla cartella nuova selezionata.
  • Go to target folder: porta alla cartella impostata con il parametro precedente, da qualsiasi posto vi troviate. Se vi trovate nei guai quindi utilizzate questa voce.
  • New Folder: se al momento volete creare una nuova cartella in cui rovesciare tutti i file che state per inviarvi ecco la possibilità di farlo con questa voce.
  • About: mostra le credenziali dell’applicazione con versione, una descrizione del funzionamento e il nome dello sviluppatore:

  • Exit: riporta alla pagina principale ma non chiude l’app, per farlo e far scoparire la voce nella barra notifiche bisogna cliccare sul bottone grigio con la scritta Running.

Da smartphone avrete anche una discreta possibilità di gestione dei file di ogni genere, al momento non vengono mostrate anteprime ma icone diverse a seconda dell’estensione dello stesso ma oltre a navigare tra le cartelle con l’ordine in cui si trovano ecco cosa potete fare tenendo premuto per qualche secondo su qualsiasi file:

nel caso cerchiate la voce incolla (Paste), prima è ovviamente necessario copiare o tagliare (Cut o Copy) e poi nella cartella di destinazione Menù e poi Paste:

il menù si modifica leggermente per permettere questa opzione. Aprendo qualsiasi file se sono presenti più di una app che possono farlo vi viene presentata la tipica finestra Android per la scelta:

e da lì potete aprire e guardare il file, ovviamente deve esistere una app che puo’ farlo :).

Link per il download, pregi e difetti:

Allora da oggi come avete potuto vedere è cambiata l’interfaccia completa del sito, le metto per l’ultima volta pero’. In alto potete trovare i pregi, difetti, il codice QR per il download tramite scansione, il nome dello sviluppatore (che se cliccato porta a tutte le sue app sul Market Android Google o SlideME o Amazon a seconda dell’applicazione) e il peso.

Informazioni su PushDoc:

Sviluppata da Angelo Schiavone, v 0.9.1 e dal peso di 7.4 MB.

Come trovare AndroSensor:

Scansionando il suo QR Code:

Oppure direttamente da smartphone cliccando sull’immagine sottostante:

download extended controls from mobile

Da computer desktop/Mac cliccando sull’immagine successiva:

download dell'applicazione android da pc desktop

Ed infine potete cercare l’app inserendo il suo nome (pushdoc) con la funzione cerca nel Market ufficiale di Android

Gabriele Capelli

2 commenti

  1. Da quanto so,java e' presente anche su linux!!;)

  2. Confermo che funziona anche su Linux.

    Ho rilasciato l'aggiornamento con menu in italiano almeno sull'app android. a breve anche l'app desktop sarà internazionalizzata.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

newsletter softwareSito Web realizzato da PianoWeb Grosseto