Home / News / Samsung Galaxy Note a 729 Euro, Asus Padfone a 800: per entrambi un prezzo troppo alto per dieci pollici

Samsung Galaxy Note a 729 Euro, Asus Padfone a 800: per entrambi un prezzo troppo alto per dieci pollici

Sabato i consumatori Android hanno potuto capire all’incirca il prezzo di Padfone dato che il pre-ordine per l’Inghilterra si aggira sulle 729 Sterline (smartphone e tablet in cui inserirlo, tastiera e eventuale custodia sono disponibili/da pagare a parte), oggi il rumor del prezzo di Note 10.1 va a posizionare l’asticella del nuovo tablet Samsung a 729 Euro ed è credibile come cifra dati i 699 iniziali del modello minore.

Con il nuovo iPad che viene proposto al prezzo di iPad 2 da appassionato del mondo Android mi viene da fare una serie di considerazioni: la prima generazione di tablet nel 2010 metteva contro iPad e Galaxy Tab P1000, con la seconda abbiamo visto tantissimi concorrenti tra cui Eee Transformer TF 101 a 399 e iPad 2 minimo a 479 e è inutile dire che il tablet Asus è stato un successo come Galaxy Tab 10.1 non è certo da negare nonostante il prezzo fuori misura è stato scelto come secondo migliore fra tutti dai lettori XDA (notizia dedicata).

A inizio anno Samsung ha proposto Tab Plus a 399 e 499 a seconda della connessione 3G integrata o meno, da citare anche Tab 2 a 399 e Asus sembra avere accordi con Google per il primo tablet Nexus da 199 o 249 Euro. Prezzi “nella media” penserete voi e di certo inferiore a quello del nuovo iPad e in linea con iPad 2 ma il fatto è che gli Android hanno uno schermo da 7″ che non offre l’esperienza di gioco di uno da 9.7″ o da 10.1″: Apple oltre ad avere una clientela fidelizzata taglia con iPad che ha uno schermo più grande di sette, con un migliore supporto come esperienza di gioco con Apple TV e cavi per giocare sulla televisione il mercato del mobile gaming con un abisso a parità di prezzo con i modelli da sette e una grandezza di schermo più che soddisfacente come gli Android da dieci che costano minimi circa 250 Euro in più rispetto al modello base senza considerare la GPU quad-core che ancora deve dimostrare a fatti la sua effettiva competitività rispetto ai Tegra 2 e 3 di nvidia (notizia dedicata).

Ora, non lo nascondo e sono molto chiaro: è ovvio che sia molto filo-Android e sono orgoglioso di esserlo sin dalla versione 1.5, questa è una notizia a favore di Apple e ho provato a essere più oggettivo possibile. Se volete condividere con me invece le vostre opinioni e/o eventuali appunti sappiate che mi farebbe piacere.

Gabriele Capelli

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

newsletter softwareSito Web realizzato da PianoWeb Grosseto