Home / Best apps / SetCPU for Root Users – App Android per impostare in automatico la frequenza min o max della CPU

SetCPU for Root Users – App Android per impostare in automatico la frequenza min o max della CPU

SetCPU for Root Users per Android

E’ una applicazione Android che trovo molto ben sviluppata a livello funzionale, grafico, è chiara per chi conosce un minimo di inglese e imposta solo le voci principali e anche io che non sono espertissimo e avrei potuto incontrare problemi o avere paure con una app simile mi sono trovato bene.

Come dice il nome stesso, non l’ho messo in titolo come faccio con le altre apps esclusive per chi ha i privilegi di root proprio per quello, è solo per smartphone e tablet rootati (ricordo che invalida la garanzia ma ormai ci sono ottimi prodotti in giro da più di due anni).

Vi lascio prima alla videorecensione:

qualche spiegazione a parole e con immagini: appena aperta SetCPU chiede l’accesso ai diritti di sistema tramite l’applicazione Android che avete istallato per gestirli (SuperUser free o Elitè piuttosto che SuperSU e/o versione Pro), poi rileva la frequenza minima e massima della cpu con gli scalini intermedi tra la minima e la massima:

i numeri si scorrono dalle due ghiere orizzontali, questa selezione come cosa generale. Con uno scroll laterale verso destra spostatevi in Profiles dove potete prima di tutto creare personalizzando in base alle diverse situazioni e dando un grado di priorità diversi settaggi in base a quello che succede (schermo bloccato, batteria bassa di carica, cpu ad alte temperature, ..)  nel video mi sono fermato un pochino per porre degli esempi così che ci fossero pochi dubbi. Non dimenticate poi di attivarli con una spunta ai select box sulla destra e, in qualsiasi momento, potete modificarli cliccando i tre punti in verticale sulla sinistra:

l’icona disco di salvataggio serve per backuppare le informazioni inserite. Governor ha delle voci per utenti avanzati, Info non è una sezione about ma bensì di test per i parametri inseriti in modo da capire quali siano i più bilanciati alle vostre esigenze.

Frequenze massime più basse non per forza significano meno consumo ma di certo con lo schermo bloccato è inutile che la cpu lavori a 1 GHz e avere queste possibilità è un punto in più; io utilizzando lo smartphone come telefono e dati + funzioni di condivisione con Nexus 7 (posso collegarmi a internet e spedire messaggi con queste due applicazioni Android: BT Auto Tethering e Tablet Talk, la prima gratis e la seconda a pagamento che abbiamo già trattato in passato).

Presente anche un widget 1×1 che mostra solo le due frequenze e la temperatura della CPU + cliccandola da accesso alla sezione trattata all’inizio dell’applicazione; personalmente mi sono trovato bene e anche la stragrande maggioranza degli altri acquirenti anche con dispositivi diversi tra loro:

Update: in data 9/11 ho recensito anche l’applicazione Android NoFrills CPU che ha meno funzioni di questa oltre ad essere di un altro dev ma è gratuita; occorrono sempre i privilegi di amministratore.

Gabriele Capelli

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

newsletter softwareSito Web realizzato da PianoWeb Grosseto