Home / Best apps / TouchRetouch: Applicazione Android per modifiche alle immagini/fotografie

TouchRetouch: Applicazione Android per modifiche alle immagini/fotografie

TouchRetouch per Android

Disponibile sia nel Market Android Google che in quello delle app dedicate di htc TouchRetouch è disponibile in due versioni: free oppure questa che sto recensendo al costo di 0.75 Euro, io vi presento questa perchè quella free la potete scaricare e avere in qualsiasi momento mentre capirei qualche perplessità prima di un acquisto che io ho fatto apposta per la recensione.

Vorrei aggiungere che in media una applicazione che fa solo una funzione del genere sul Mac App Store per Mac costa molto di più, appena a seguire un esempio a 0.79 Euro ma con un forte sconto e una veste grafica dell’app appena elementare:

->

Aggiorno con recensione per questa app Android con tutte le funzionalità delle voci e relativo funzionamento quì

->

Interfaccia grafica, procedura di aggiunta e impostazione

Appena aperta l’applicazione dopo un breve caricamento o intro si presenta in questo modo:

devo ammettere che sono rimasto molto stupito sopratutto dalla terza e quarta voce che spiegano con dei video su YouTube come due elementi importanti per una app del genere:

  • funzioni elementari dell’applicazione,
  • tutorial per il perfezionamento.

Occhio voi se pero’ siete in 3G perchè YouTube chiede tanti dati in download. La terza e la quarta voce, dicevo, presentano dei video tutorial con argomenti diversi:

se impiegate i tre minuti di media per vederli entrambi capirete come utilizzare bene tutte le funzioni perchè oltre alla parte video con dimostrazioni pratiche c’è anche il sonoro (anche se in lingua inglese) che mano a mano che il video pone degli esempi di azione racconta. Inoltre in sezione “i” sono nuovamente visibili come anche un forum di supporto, aiuto e disponibilità da parte dello sviluppatore (ss.1):

la lampadina in basso presenta le novità ma sono solo due voci/immagini prive di utilità, vedi composizione di entrambe nello ss. sopra a destra. Andiamo a fare un esempio selezionando la prima voce che permette di importare fotografie già scattate da cartelle di sistema, solita finestra di import Android (ss.1) e in un secondo momento potrete anche scegliere a che risoluzione presentarla in schermata (ss.2):

poniamo che io per esempio abbia importato questa di cui detengo i diritti di autore:

per prima cosa è importante capire che tutte le funzioni si vanno a attivare dalla barra sul lato inferiore, il tasto menù attiva solo la voce Esci che è inutile e sulla parte superiore invece ci sono due importanti funzioni in caso vi siate messi nei guai: annulla ultima operazione, ripristina ultima operazione proprio come in World per fare l’esempio che possono capire tutti. Andiamo a fare un esempio, documento tutto in modo che non rimangano dubbi:

per prima cosa con la funzione con l’icona di un lazzo ho iniziato a prendere i contorni del cavallo sulla destra dell’immagine mentre in alto a sinistra mi veniva presentata zoomata, in un secondo momento mi sono accordo che l’area selezionata non mi bastava così con il pennello ho pennellato (potendo tra l’altro scegliere la misura del diametro) e preso più spazio intorno al cavallo.

  • nota 1: il multitouch fa confusione perchè viene preso come un comando, quindi utilizzatelo il meno possibile e annullate le eventuali pennellate che prende, questo aspetto comunque tocca limiti eccellenti se si fa all’inizio. Guardate un esempio questa era una foto che feci con un N95 e i dettagli sono più che abbondantemente sufficienti con uno zoom altissimo:

  • se sbagliate in queste fasi c’è la gomma che è il quarto elemento da sinistra in basso.

A questo punto cliccando sul triangolo per orizzontale (cerchiato in viola nello ss. sotto) ecco rimosso il cavallo che in precedenza avevo selezionato (freccia rossa):

hai per caso sbagliato a fare questa operazione?

  • clicca nella finestra in alto su indietro (freccia blu)

e ritorni alla situazione precedente.

Prima delle prossime funzioni direi è il caso di proporre i video tutorial dell’applicazione, perchè praticamente è tutto lì e per fortuna che ci sono perchè spesso in app così le persone si scoraggiano

Detto questo andiamo a vedere la funzione che ha l’icona a forma di timbro, prima di tutto vado a mirare una particolare sezione e giusto di tenere un riferimento solo, andiamo ancora a centrare il cavallo in alto a destra e premo l’ulteriore icona a forma di minino con una croce la cui funzione è prendere la mira di quale elemento voglio duplicare:

una volta che è sul cavallo vado a premere la seconda icona in basso, il pallino, che andrà a farmi da pennello per ricopiare nel punto B quello che il mirino punta in A, guardate per esempio:

il terzo punto che ha una freccia verso l’alto e una verso il basso serve per eventuali scelte di rovesciamento in caso di copiatura da punto A al punto C, ecco cosa intendo con un ulteriore screenshot:

una volta che sono soddisfatto del mio lavoro non mi rimane che cliccare sull’icona del dischetto in basso a destra per salvare (in cartella dedicata all’applicazione che si trova in SD) oppure condividere il vostro lavoro di editing immagine con le app che lo permettono (oltre a Twitter immagino quanto sarebbe importante avere incorporata nella rom piuttosto che come app esterna Flickr):

Gabriele Capelli

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

newsletter softwareSito Web realizzato da PianoWeb Grosseto